L'artigianato calabrese
Guida turistica

Stilaro - Allaro, isola bizantina in Calabria

La cucina tipica calabrese

Il portale della Calabria

L'ARTIGIANATO CALABRESE

ASMEDIA 2000
Canali principali
 Home
 Località di Calabria
Magna Grecia
Luoghi e tradizioni
Servizi al cittadino
 Chat
Bellezze da scoprire
Informazioni
Criseos, trova
Tuttifrutti
Chi siamo
Tipico
 Turismo
 Mare
 Montagna
 Folklore
 Archeologia
 Città d'arte
Province calabresi
 Artigianato e prodotti
 Usi e costumi
 Gente di Calabria Pro Loco
 Cucina
 Flora e fauna
 Parchi
Servizi on line
Meteo
Ferrovie
 SMS
 Cognomi
 Partners
Il gruppo su internet

ASMEDIA

artigiano ed artigiani.artigianato, locale calabrese. lavori artistici in Calabria, Lavorati a mano.

 
ARTIGIANATO CALABRESE
certificazione di qualità            

AMPIO SPAZIO AL TIPICO CALABRESE

L'artigianato calabrese ha radici arcaiche, le tradizionali tecniche sono ancora visibili a tal punto che la Calabria  è una delle poche regioni "occidentali", che può vantare dal punto di vista artistico alcuna mutazione.

Le tradizioni della civiltà meridionale e della Magna Grecia cono quelle meglio rappresentate per tecnica e dinamica. Sulla fascia jonica, ma anche in quella tirrenica, sui centri dell'Aspromonte e delle serre come pure nella Sila, è facilissimo imbattersi in qualche "catojo", adibito a bottega artigianale ed incontrare le facce scolpite di artigiani e donne che lavorano oggi come ieri i loro prodotti con gli strumenti di duemila anni fa.

Dal telaio a mano, allo scalpello, al tornio a ruota, col coltellino, nascono capolavori unici e irripetibili seppur con espressioni e disegni millenari. Il popolo calabrese ha conservato le proprie tradizioni ed il gusto per le cose semplici. Qualche decennio fa, tutta questa arte era in mano a pochi anziani che imperterriti costruivano e lavoravano quello che hanno praticato per tutta la vita, oggi, i giovani, invogliati da una sempre maggiore richiesta del mercato per questa arte, si stanno praticando, costruendo una nuova generazione di artigiani. La nuova economia, i nuovi artigiani , purtroppo non hanno impedito che alcune tecniche di lavorazione andassero perdute, come ad esempio la seta. Sono comunque i tessuti il piatto forte dell' artigianato calabrese. Il Museo Nazionale di Reggio Calabria, colleziona testimonianze "moderne" ed antiche di stoffe, tessuti e telai, alcuni del periodo neolitico.  

Nella antica area della Magna Grecia, a Bianco, a Gerace, e in quasi tutti i paesini della Locride, numerose sono le attività artigiane dei telai di Pardesca, ma esprime significati profondi anche la tessitura dei filati di ginestra, caratteristica di San Luca e delle comunità grecaniche dell'Aspromonte. Sontuosi e monumentali i telai in faggio, che sotto le mani delle tessitrici assumono la dignità di uno strumento musicale. Le materie prime sono a volte insolite, ma il risultato delle tessitrici calabresi è tra i più artistici e pregiati al mondo.

Esiste ancora oggi una Calabria artigiana del ferro battuto e del rame a Serra San Bruno, per l'oro e l'argento Crotone, il vetro a Bagnara, il vimine e la paglia a Cosenza, Soriano Calabro, San Giorgio Morgeto, Delianuova, Vibo Valentia, Polistena e Gallico, ognuna con disegni finalità e materia prima propria.

Gli strumenti musicali aprono un capitolo a parte. La produzione e la qualità degli stessi fanno distinguere l'azienda dei fratelli De Bonis di Bisignano per la produzione di liuti. purtroppo in decadimento l'artigianato delle chitarre a Delianuova e delle zampogne a San Giorgio Morgeto. A San Luca e Platì, fiorente è ancora la costruzione degli zufoli in canna.

LINK:  
ferro Oro e preziosi Tessuti Vimini
Succo di bergamotto
       

Taverna - Soverato - Bivongi - Marina di Gioiosa Jonica - Copanello - Isola Capo Rizzuto - Gioia Tauro - Stilo -

Kaulon, non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
| Informazioni |

ASMEDIA Coop. arl  © 2000