HOME

British|Deutsch|Espanõl

Contatto immediato 334.8002030

Vacanze nell'area crotonese.
Scopri le opportunità.

La pubblicità in questo sito è garantita dal Gruppo Asmedia, centinaia di siti e portali sulla Calabria.

Gruppo Asmedia, il network calabrese più forte in assoluto!!

www.asmedia.it

Istituto di ricerca della qualità

colesterolo cura naturale

Il Crotonese equivale alla Magna Grecia, ma anche con la stessa importanza al medioevo, due realtà storiche con il loro bagaglio di cultura, enogastronomia. Il mare Ionio, con l’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto, la più grande in Europa, il Cirò con la tradizione dei suoi vini, Il Parco Nazionale della Sila, ti aspettano!

  • Il mare – Unico e splendido, con spiagge lunghe e dorate.  Le enormi risorse investite dall’industria turistica danno oggi frutti e riconoscimenti di alto livello e poi la presenza della Area Marina Protetta di Capo Rizzuto, fa da garante.  La Riserva Naturale Marina di Capo Rizzuto fu istituita nel 1991 allo scopo di valorizzare e tutelare lo specchio di mare compreso tra Capo Donato e Barco Vercillo. Volta a favorire il ripopolamento delle acque secondo ritmi naturali, la Riserva comprende uno degli ambienti marini più suggestivi della costa ionica. Varia la struttura dei fondali: ampie distese di sabbia si alternano a rocce spesso ricoperte di posidonia e di madrepora, mentre scogli sommersi creano suggestive secche. Le cavità delle scogliere sono un ottimo rifugio per polpi, aragoste, datteri di mare e ogni tipo di pesce; le numerose buche del fondo ospitano invece interessanti esemplari di cernia, murene e il raro e variopinto pesce pappagallo, tipico dei mari tropicali. I fondali della riserva sono inoltre un autentico museo sommerso: immergendosi e' infatti possibile ammirare relitti di navi, antiche strutture abitative, ma anche anfore e colonne di marmo. All'interno dell'area protetta si distingue una "riserva generale" e due zone più piccole, indicate come "riserve integrali", con un regime di tutela più rigido, nelle quali sono vietate tutte le immersioni, la navigazione e qualsiasi tipo di pesca. Nella riserva generale si può invece praticare la pesca sportiva, con la lenza da traino e da fermo, o immergersi con gli autorespiratori, accompagnati da guide esperte. La Riserva dispone inoltre di barche dotate di un ponte superiore, per una veduta panoramica della costa, e di chiglia trasparente, dalla quale i visitatori possono ammirare la splendida flora e fauna marina e le numerose testimonianze archeologiche che i fondali custodiscono da secoli. www.isolacaporizzuto.it .
  • L’archeologia – Ritrovarsi a scoprire storie antiche di tremila anni, cenni e costumi, sapori… Il periodo magnogreco, così definito per la magnificenza delle realtà conosciute e le tante scoperte con cadenza periodica che stanno a rimembrarci quanto fiorente sia stato tale periodo. Il medioevo inoltre, fortemente legato al momenti bizantini ed arabi è quello calabrese unica espressione “globale”. Dai normanni agli spagnoli, ai francesi… Tutti hanno dato a noi calabresi ed al nostro territorio una forte dose di cultura e di stili che amalgamati sono unici al mondo www.kaulon.it/parimonioarcheol.htm .
  • Sila Piccola - Compresa tra le province di Crotone e di Catanzaro, la Sila Piccola è una delle tre aree in cui si suddivide il Parco Nazionale della Calabria. Il suo territorio, che costituisce la parte meridionale dell'altopiano silano, si presenta affascinante e suggestivo. Numerose le valli fluviali; tra le più incontaminate, quella del torrente Soleo e quella del fiume Tacina, caratterizzata da ampi pascoli e rigogliosa vegetazione. Ricchissimo il patrimonio botanico: dalla macchia mediterranea ai fitti boschi di conifere, che ricordano quelli dei paesaggi nordici, alle distese di castagno misto a ontano e a frassino; al di sopra dei 1100 m., poi, boschi di pino laricio e, a quote più elevate, faggi talvolta associati all'abete bianco, come accade sul massiccio del Gariglione. Vive tra questi monti la fauna tipica del territorio appenninico: lupi, volpi, lepri, cinghiali; notevole la presenza della rara cornacchia grigia. La Sila Piccola e' meta di turismo durante tutto l'anno: in inverno si può praticare lo sci alpino o di fondo nei deliziosi centri montani di Villaggio Palumbo e Villaggio Mancuso; negli altri periodi dell'anno, e' invece possibile praticare il trekking, compiere passeggiate, escursioni a piedi, a cavallo e in mountain bike lungo interessanti itinerari, opportunamente predisposti. Per gli amanti della pesca, della canoa e del windsurf, infine, ecco l'incantevole cornice del lago Ampollino, immerso nel verde intenso dei boschi di conifere www.stiltour.it .
pasta di mandorle, latte di mandole
 
 
 

Guida ai comuni del Crotonese
Belvedere di Spinello  Caccuri  Carfizzi  Casabona  Castelsilano  Cerenzia  Cirò  Cirò Marina  Cotronei  Crotone  Crucoli  Cutro  Isola di Capo Rizzuto  Melissa  Mesoraca  Pallagorio  Petilia Policastro  Rocca di Neto  Roccabernarda  San Mauro Marchesato  San Nicola dell'Alto  Santa Severina  Savelli  Scandale  Strongoli  Umbriatico  Verzino
programma di sviluppo | copyright | contatti | posizionamento | grafica | siti partners | società partners
qui & li | resta & vivi | città e località | idea vacanze
Realizzazione e posizionamento nei motori di ricerca a cura di Asmedia.