Monasterace, Monte Arachi e Kaulon, il segno indelebile della storia.

Il portale della Calabria  Calabria, Monte Arachi, ovvero l'odierna Monasterace
P: Asmedia 2000-2010 web site: Monasterace on line                     Tutte le feste della calabria
Canali principali
 Home
 
Località di Calabria
Magna Grecia
Luoghi e tradizioni
Servizi al cittadino
 
Chat
Bellezze da scoprire
Informazioni
Criseos, trova
Tuttifrutti
Chi siamo
Tipico
 Turismo
 
Mare
 
Montagna
 
Folklore
 
Archeologia
 
Città d'arte
Province calabresi
 
Artigianato e prodotti
 
Usi e costumi
 
Gente di Calabria Pro Loco
 
Cucina
 
Flora e fauna
 
Parchi
Servizi on line
Il gruppo su internet

ASMEDIA

 
La Calabria: arte, spiritualità, tradizione; segni che affondano nel tempo. 

  

Monasterace venne fondata dalle popolazioni che risiedevano nella area greca di Kaulon, dopo la sua distruzione da parte dei romani, i sopravvissuti, decisero di fondare il nuovo sito abitativo in un territorio che per le sue caratteristiche morfologiche poteva difendersi dalle scorrerie dei nemici, quindi strategicamente difendibile .
I  successivi nuclei abitativi sono menzionati dagli storici antichi che li indicavano con termini latini quali Mjstrae, Consilium Castrum e Cocintum, tra cui Plinio che individuò in Mjstrae nell'attuale Monasterace. Dopo la caduta dell'impero Romano d'occidente, decadde anche l'unità della lingua per cui nessuno avvertì il bisogno di continuare a nominare il paese col termine di Consilium Castrum.

Per testimonianza di F. Cluverio, risulta che nei pressi del promontorio Cocinto vi è un luogo chiamato Monte Arachi. Ciò a significare che il termine latino di Consilium Castrum, venne sostituito con quello di Monte Arachi (paese produttore di veccia, le leguminose). Quindi i due termini di Monte Arachi, col passare del tempo si fusero in uno solo: Montarachi ossia Monasterace. Il territorio vide la presenza dei Cavalieri di Rodi in Montarachi, il nome del paese mutò con quello di Rubbiano, poi quello di Monte Storace fino al 1783, poi assunse il nome di Monasteraccio e infine quello attuale di Monasterace.

A Monasterace è ubicato un castello Medioevale che fu dominio dei Principi Caracciolo fino al 1464 quando passò agli Arena Conclubet che lo vendettero a Guglielmo Monaco nel 1478. Nel 1486 fu acquistato da Silvestro Galeota i cui discendenti tennero il possesso fino al 1654 col titolo di Principi di Monasterace, per passare in seguito al maestro di Campo Carlo della Gatta, di Giacomo Pignatelli, di Barbara Abenante, del Marchese Perrelli, dei Tomacelli, dei Marcucci, del Barone Oliva, della famiglia del Barone Scoppa di Francia che nel 1919 vendette il castello al Cav. Giuseppe Sansotta che a sua volta lo rivendette a diverse famiglie del luogo che lottizzandolo ne deturparono l'aspetto originale.

Tradizioni ed usanze in Calabria continuano a persistere, rappresentata con orgoglio a Monasterace quella religiosa " U Territoriu" dedicata a Sant'Andrea Avellino, patrono del paese e sede permanente del Santo. Il 12 maggio, Monasterace Superiore celebra, in onore di S. Andrea Avellino, patrono del paese, una tra le manifestazioni religiose più singolari della Calabria: una grande testimonianza di fede che si celebra alla fine del decorrere di ogni tre anni percorrendo col Santo a spalla,a piedi ed a tappe fisse l'intero territorio comunale, badando poco ai campi coltivati ed ignorando qualsiasi barriera, achitettonica o naturale che sia.

Il Santo in processione il 12 di Maggio "U T territoriu"

Visita il sito: Monasterace On line e Monasterace.it

Links:   Proloco   Sito storico    Gente di Calabria    Letterati di Calabria    Cucina tipica
    Fratel Cosimo, Santa Domenica di Placanica  
I 9 Papi calabresi
S. Eusebio nato a Cassano J S. Zosimo III nato a Rossano S. Giovanni VII nato a Rossano  
S. Zaccaria nato a S. Severina  S. Antero nato a Petilia S. Leone II nato a Reggio C.
S. Telesforo nato a Thurio  S. Dionisio nato a Thurio S. Agatone nato a (?)
       
Tropea, Gerace, Siderno, Marina di Gioiosa, Squillace, Isola Capo Rizzuto, Guardavalle
Monasterace già monte Arachi, Monasterace e le sue origini. Monasterace in Calabria

Pane casereccio tipico di Monasterace

   
Kaulon, non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto.
| Informazioni |

ASMEDIA Coop. arl  © 2000 - 20
10